Andrea Vernucci

Sacerdote della Dea

Non c’é nessun posto come casa.

IMG_2511.JPG

Cara Dorothy,

oggi mi lascio andare a questa bellezza. Alla fioritura che celebro, mentre tutto fa l’Amore. Alla lenta realizzazione della gioia che avviene se mi lascio andare al flusso, come tenta di insegnarmi questa terra di fiume da anni. Cedo alla meraviglia che provo adesso, e a quella che verrá. Forse, i papaveri lungo la via di mattoni dorati erano li per portarci in altri mondi, migliori. Per insegnarci a chiudere gli occhi e sognare ancora.

Che la cittá di Smeraldo é tutta una farsa.

Ho scoperto che c’é tra i papaveri una deviazione dal sentiero di mattoni dorati. Un vialetto,

É un po dissestato, discontinuo e in salita. Porta qui. Alle braccia del mio uomo, alla mia famiglia, e al canto della Dea. A casa.